I vantaggi dei Buoni Fruttiferi Postali

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Tra i prodotti più apprezzati dagli investitori italiani troviamo i Buoni Fruttiferi Postali. Questi titoli sono in commercio da diversi decenni, e si sono contraddistinti per i molti vantaggi.

Si tratta di titoli acquistabili ad un costo minimo davvero basso, garantiscono la restituzione di quanto investito e hanno dei buoni tassi di interesse.

Nei prossimi paragrafi scopriremo di più su questi prodotti finanziari, mentre per restare aggiornati sul mondo dell’economia e della finanza vi consigliamo Italia-informa magazine economico finanziario.

 

Cosa sono

 

Vengono definiti prodotti di investimento finanziario, e sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.. Lo Stato Italiano controlla la società, e si pone anche come garante dei buoni che vengano emessi. La collocazione invece spetta a Poste Italiane, società a sua volta controllata in parte dalla Cassa Depositi e Prestiti e in parte dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Sono acquistabili in diversi modi:

  • Forma cartacea
  • Forma dematerializzata

Nella forma dematerializzata i Buoni vengono registrati come credito a favore del portatore.

I Buoni Fruttiferi Postali sono uno dei due principali prodotti finanziari di Poste Italiane, insieme ai libretti di risparmio postale.

 

Le caratteristiche dei Buoni Fruttiferi Postali

 

I Buoni Fruttiferi Postali sono molto richiesti per le loro caratteristiche.

In primis è garantita la restituzione totale del capitale che abbiamo investito. In qualsiasi momento possiamo decidere di chiedere il rimborso e non rischiamo di perdere nulla della nostra base di investimento.

Per quanto riguarda gli interessi non esiste una regola fissa, e molto dipende dal tipo di buono che abbiamo acquistato. Un fattore determinante è il tempo che il buono ha trascorso nelle nostre mani a partire dall’emissione.

Il rimborso è molto facile da ottenere, e non dobbiamo fare altro che rivolgerci agli uffici postali. Il rimborso è integrale per i buoni cartacei, mentre per i buoni dematerializzati può essere frazionato.

Molto vantaggiosa è la condizione fiscale di questi buoni. La normale aliquota sui rendimenti finanziari è al 26%, ma per i buoni viene utilizzata una tassazione agevolata al 12,50%. Si tratta della stessa tassazione utilizzata per i bond e per i titoli di Stato italiani

 

Costi da sostenere

 

Tra i vantaggi dei Buoni Fruttiferi Postali troviamo i costi da sostenere.

Non è richiesto un ampio impegno economico per l’acquisto: l’importo minimo è di soli 50 euro.

Oltre a ciò non sono presenti commissioni di alcun genere, in nessuna fase della vita finanziaria del buono. Non bisogna sostenere spese né all’acquisto e né al momento del rimborso.

 

Buoni disponibili per l’acquisto

 

Ecco quali sono i Buoni Fruttiferi Postali che possono essere attualmente acquistati tramite Poste Italiane.

  • Buono 3×4 e Buono 4×4

Questi due buoni sono caratterizzati da una durata massima rispettivamente di 12 e di 16 anni. Possono essere rimborsati in anticipo in ogni momento, ma per il riconoscimento degli interessi bisogna rispettare determinate scadenze.

Nello specifico nel caso del Buono 3×4 si può richiedere il rimborso con interessi dopo 3, 6 o 9 anni. Per il buono 4×4 lo stesso rimborso può essere richiesto dopo 4, 8 o 12 anni.

  • Buono ordinario

Si tratta del classico Buono Fruttifero Postale, con una durata massima di 20 anni. Nel caso di rimborso anticipato si ha accesso agli interessi dopo un anno dall’emissione. Dopodiché gli interessi maturano ogni due mesi.

 

Esistono anche dei buoni acquistabili in casi specifici, come ad esempio il Buono dedicato ai minori e il Buono Obiettivo 65 (sottoscrivibile tra i 65 e gli 80 anni).

I vantaggi dei Buoni Fruttiferi Postali

 

Tra i prodotti più apprezzati dagli investitori italiani troviamo i Buoni Fruttiferi Postali. Questi titoli sono in commercio da diversi decenni, e si sono contraddistinti per i molti vantaggi.

Si tratta di titoli acquistabili ad un costo minimo davvero basso, garantiscono la restituzione di quanto investito e hanno dei buoni tassi di interesse.

Nei prossimi paragrafi scopriremo di più su questi prodotti finanziari, mentre per restare aggiornati sul mondo dell’economia e della finanza vi consigliamo Italia-informa magazine economico finanziario.

 

Cosa sono

 

Vengono definiti prodotti di investimento finanziario, e sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.. Lo Stato Italiano controlla la società, e si pone anche come garante dei buoni che vengano emessi. La collocazione invece spetta a Poste Italiane, società a sua volta controllata in parte dalla Cassa Depositi e Prestiti e in parte dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Sono acquistabili in diversi modi:

  • Forma cartacea
  • Forma dematerializzata

Nella forma dematerializzata i Buoni vengono registrati come credito a favore del portatore.

I Buoni Fruttiferi Postali sono uno dei due principali prodotti finanziari di Poste Italiane, insieme ai libretti di risparmio postale.

 

Le caratteristiche dei Buoni Fruttiferi Postali

 

I Buoni Fruttiferi Postali sono molto richiesti per le loro caratteristiche.

In primis è garantita la restituzione totale del capitale che abbiamo investito. In qualsiasi momento possiamo decidere di chiedere il rimborso e non rischiamo di perdere nulla della nostra base di investimento.

Per quanto riguarda gli interessi non esiste una regola fissa, e molto dipende dal tipo di buono che abbiamo acquistato. Un fattore determinante è il tempo che il buono ha trascorso nelle nostre mani a partire dall’emissione.

Il rimborso è molto facile da ottenere, e non dobbiamo fare altro che rivolgerci agli uffici postali. Il rimborso è integrale per i buoni cartacei, mentre per i buoni dematerializzati può essere frazionato.

Molto vantaggiosa è la condizione fiscale di questi buoni. La normale aliquota sui rendimenti finanziari è al 26%, ma per i buoni viene utilizzata una tassazione agevolata al 12,50%. Si tratta della stessa tassazione utilizzata per i bond e per i titoli di Stato italiani

 

Costi da sostenere

 

Tra i vantaggi dei Buoni Fruttiferi Postali troviamo i costi da sostenere.

Non è richiesto un ampio impegno economico per l’acquisto: l’importo minimo è di soli 50 euro.

Oltre a ciò non sono presenti commissioni di alcun genere, in nessuna fase della vita finanziaria del buono. Non bisogna sostenere spese né all’acquisto e né al momento del rimborso.

 

Buoni disponibili per l’acquisto

 

Ecco quali sono i Buoni Fruttiferi Postali che possono essere attualmente acquistati tramite Poste Italiane.

  • Buono 3×4 e Buono 4×4

Questi due buoni sono caratterizzati da una durata massima rispettivamente di 12 e di 16 anni. Possono essere rimborsati in anticipo in ogni momento, ma per il riconoscimento degli interessi bisogna rispettare determinate scadenze.

Nello specifico nel caso del Buono 3×4 si può richiedere il rimborso con interessi dopo 3, 6 o 9 anni. Per il buono 4×4 lo stesso rimborso può essere richiesto dopo 4, 8 o 12 anni.

  • Buono ordinario

Si tratta del classico Buono Fruttifero Postale, con una durata massima di 20 anni. Nel caso di rimborso anticipato si ha accesso agli interessi dopo un anno dall’emissione. Dopodiché gli interessi maturano ogni due mesi.

 

Esistono anche dei buoni acquistabili in casi specifici, come ad esempio il Buono dedicato ai minori e il Buono Obiettivo 65 (sottoscrivibile tra i 65 e gli 80 anni).

 

Condividi questo post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Articoli Correlati

Lascia un commento